Crea sito

La mia fuga a Ibiza!

image2

Hola chicas! Què tal? Io benissimo! Finalmente sono in vacanza anche io!

Non avete ancora deciso dove andare quest’estate? Cercate una località dove rilassarvi e, allo stesso tempo, divertirvi? Non volete badare a spese? Beh, allora il posto giusto per voi è IBIZA!

Beh come avrete capito oggi vi voglio parlare della mia fuga a Ibiza, l’isola riconosciuta in tutta Europa per la sua MOVIDA notturna, per il divertimento e per i vips che ogni estate la popolano, ma vi assicuro che Eivissa, Ibiza in catalano, non è solo questo! Di giorno in questo periodo è un’isoletta carina e ancora tranquilla che sta iniziando a popolarsi, diventerà incasinatissima nei prossimi mesi.

Il suo centro è rappresentato dalle viette che costeggiano il porto e, devo dirvi che quella parte non mi è piaciuta moltissimo perché poco caratteristica, infatti lì hanno costruito palazzoni su palazzoni e hanno annullato un po’ l’antica Ibiza caratterizzata dalle casettine bianche, che invece sono presenti nelle altre località dell’isola. Qui, sopra il porto, vi è il centro storico chiamato Dalt Vila, dal quale si può vedere il porto e l’isola di Formentera, poco distante da qui, nel centro storico ho visitato il museo di arte moderna, che tra l’altro è gratuito tutto l’anno, e, anche se non mi posso definire un’appassionata d’arte, mi è piaciuto molto.

Passando poi alla parte più bella dell’isola: il mare, devo assicurarvi che in alcuni posti è veramente fantastico, tra questi non si può non citare Cala Tarida, Sant Antoni, Santa Eularia e Cala Llenya, tutte fantastiche, anzi io se dovessi tornarci cercherei un hotel da queste parti e non nel centro, perché sono delle calette veramente bellissime.

image4image5

Donde comer? Ci sono molti posti sul mare dove si mangia bene, uno dei migliori secondo me è il ristorante “El Carmen”, dove ho mangiato una buonissima paella con una vista mozzafiato sull’isolotto di Es Vedra. Mentre un altro, un po’ sperduto dove ho mangiato veramente bene spendendo poco si chiama “Casa Piedra” e si trova sulla strada per andare a Santa Eularia, un posto molto caratteristico e immerso nel verde, bellissimo oltre che buonissimo.

image1

Consiglio spassionato: prendete sempre una macchina a noleggio per girarvi tutta l’isola perché ne vale veramente la pena, io praticamente in 3 giorni l’ho girata tutta e devo dire che è magnifica con tutte le sue calette e quel mare cristallino.

Per quanto riguarda la movida notturna le discoteche più conosciute e più frequentate sono il Pacha, l’Amnesia, il Nassau Beach Club e lo Space Ibiza dove potrete spassarvela fino alle luci dell’alba.

Insomma se non avete ancora deciso dove andare quest’estate e avete un po’ di soldini da spendere prendete in considerazione questo posto incantato nel Mediterraneo, vi rilasserete e vi divertirete un mondo!

Xoxo girls!

image3

iMoon glasses

Buongiorno ragazze! Come state? In questo periodo sono un po’ impegnata con gli esami ed è proprio per questo che sono stata poco presente qui sul blog, ma oggi torno con un articolo strepitoso sugli iMoon, mai sentiti?

Gli iMoon glasses (occhiali da luna) sono degli occhiali da sole by night che hanno delle lenti speciali bigraduate ad alta definizione con lo scopo di migliorare la visione notturna e diurna in caso di pioggia, nebbia, o anche solo nuvole, migliorando notevolmente la luminosità.

Il progetto nasce circa due anni fa da un’idea di Marco Cazzaniga che durante una notte a Ibiza si rende conto che molte persone utilizzavano gli occhiali da sole per proteggersi da luci o sguardi indelicati.

Io ne sono venuta a conoscenza da circa un annetto grazie all’ottico del mio ragazzo; lui è Massimiliano Brunello, con un’esperienza più che ventennale nel settore degli occhiali e attuale socio di Marco Cazzaniga. Max ha un negozio di occhiali particolari e stravaganti, ma vi assicuro STREPITOSI e, se volete farci un salto, il negozio è situato in via Burlamacchi 11, a Milano e ne ha uno anche in Sardegna nella piazza Gramsci 4, a Porto San Paolo, Loiri.

La collezione d’esordio è composta da quattro montature differenti: gli Waning Moon, i New Moon, gli Waxing Moon e infine i Full Moon, i cui nomi sono ispirati al movimento lunare nelle sue quattro fasi: calante, nuova, crescente, piena. Inoltre per ogni tipo di occhiale vi sono quattro lenti di quattro colori diversi: rosa, gialle, verdi e blu.

L’elemento comune nei prodotti e nei servizi offerti, nell’immediato e nel futuro, sarà la ricerca di una trama intima, che trovi nell’aspetto materiale la sua rappresentazione e, contemporaneamente, ne vada oltre.

Da poco sono approdati, oltre a Ibiza, al Festival del Cinema di Cannes, stanno arrivando a Roma e in Sardegna, a Porto San Paolo.

Entrambi gli ideatori di iMoon definiscono il loro pubblico “Details People”, ossia persone che amano i dettagli, perché ritengono che l’essenza risieda nei dettgli, perciò se vi ritenete persone attente ai dettagli è il posto giusto per voi.

Waning Moon

1

New Moon

2

Waxing Moon

3

Full Moon

4

 

Salamanca: tierra de fiesta!

image4

Buongiorno ragazze!

Oggi vi voglio parlare della mia lunga, lunghissima, esperienza a Salamanca. Non so se conoscete la città, si trova in Spagna a circa 200 km da Madrid, nella comunità autonoma di Castilla y León, nella meseta settentrionale. È molto famosa per la sua Università, che è la più antica dell’intera Spagna e ad oggi la città è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’Unesco, ma è molto conosciuta anche per la sua movida.

Quasi due anni fa, finito il liceo, decisi di partire per Salamanca, città dove ero già stata parecchie volte grazie alle vacanze-studio offerte dalle scuole. Era il 23 luglio, l’estate era appena cominciata e la movida española mi aveva già conquistata con quella cerveza fresca, la música per le strade e le discoteche piene di ragazzi e ragazze, il cui unico scopo era: DIVERTIRSI! Lì le discoteche più conosciute sono il Camelot, il Gatsby, il Cubic e la Perla Negra, ma sono anche quelle un più commmerciali dove troverete tutta gente straniera, se volete, invece, andare a scoprire un po’ più il corazòn loco de Salamanca dovrete recarvi dal lato della Gran Vìa, lì troverete le migliori discoteche e i migliori locali della movida salmantina, tra i quali il Khandavia, il Bisù, La Dolce Vita.

Tra una discoteca e l’altra iniziò la mia avventura, ma la movida è solo una parte di questa manifica città perche poi il mattino dopo sono tante le cose da fare e da visitare, la prima in assoluto è la Plaza Major, la meravigliosa piazza in stile barocco, simbolo della vita urbana della città di Salamanca, bella di giorno quanto di sera, resa stupenda dalle luci che in onore delle festività cambiano colore.

image3

Ma oltre alla Plaza un must da visitare la Catedral de Salamanca, chiamata Catedral Nueva per distinguerla dall’adiacente Catedral Vieja; vi assicuro che sia all’esterno che all’interno è belllissima con i suoi tre diversi stili: gotico, rinascimentale e barocco, e vale la pena fare quegli interminabili gradini per arrivare fin su in alto per ammirare l’intera città.

image5

Altri edifici imperdibili sono: l’Università di Salamanca, che con i suoi 8 secoli di storia è tra le più importanti d’Europa; la Casa de las Conchas, che è un edificio del XIII secolo in stile gotico, noto per le sue conchiglie incastonate nelle pareti esterne; per gli appassionati di arte moderna c’è il Museo di Art Nouveau e Art Dèco situato dietro la cattedrale; infine se ci si vuole rilassare per leggere un libro o semplicemente per prendere il sole c’è el Huerto de Calisto y Melibea che è un giardino romantico che prende il nome dalla storia d’amore tra i due omonimi personaggi dell’opera di Fernàndo de Rojas.

Donde comer?

Tipica spagnola è la ruta de tapas, ossia un giro tra i ristoranti più in della città che offrono appunto le “tapas”, per tutti coloro che non sanno cosa esse siano lo spiego in due parole: le tapas o pinchos sono piccole porzioni di cibo, carne, prosciutto, pane e jamon, mini tortillas o altro, accompagnate da una bibita; insomma sono i nostri stuzzichini solo che in Spagna sono molti di più e la loro “ruta” per noi è il nostro apericena, solo che non si sta fermi in un solo posto ma si va in giro per la città. Per quanto riguarda questi ristorantini non ve  ne consiglio uno in paritcolare perchè offrono tutti le stesse cose e si mangia bene in tutti.

I ristoranti dove si mangia meglio una paella o le specialità spagnole, non badando a spese, sono: el Restaurante Valencia, Don Mauro, el Restaurante Zazu Bistro; per gli amanti della cucina italiana c’è la pizzeria Mambo Italiano; mentre invece se siete amanti del Jamon Iberico o Serrano non potete non andare a la “Viandas de Salamanca” dove ho mangiato il panino con il prosciutto più buono di sempre a soli 3,50 €.

Per quanto riguarda lo shoppinng, the last but not the least, vi dovete recare nella Calle Toro, che porta alla Plaza Major, quindi in centro, lì troverete tutto quello di cui avete bisogno, c’è Zara, H&M, Bershka, Mango, Intimissimi, Calzedonia, Sephora e tanti altri. Ma oltre a questi vi consiglio di recarvi nei piccoli negozietti, soprattuto quelli di scarpe, dove porterete a casa di certo un affare con la A maiuscola, io mi sono rifatta l’intero guardaroba grazie a questi negozietti, che tra l’altro sono veramente economici.

Alla fine sono stata lì 6 mesi, penso siano stati i 6 mesi più belli nonostante le difficoltà, la distanza, le mancanze ecc, e penso di poter confermare quello che ho letto spesso su internet: Si, la Spagna è molto economica rispetto ad altri paesi, ma credetemi che Salamanca lo è ancora di più!

Cosa state aspettando? Prenotate ora, no?

 

Cannes si illumina di STARS

Buonasera ragazze!

Oggi come avrete già intuito dal titolo vi parlo del Festival di Cannes, infatti, pochi giorni fa, nella cornice idilliaca della Costa Azzurra, la città di Cannes ha accolto come ogni anno il Festival internazionale del Cinema di Cannes. Qui infatti si riunisce una giuria di artisti e professionisti del settore con lo scopo di assegnare numerosi premi, e quest’anno nella giuria vi è anche l’italiana Valeria Golino.

Ma passiamo ai look, infatti tra tappeti rossi, feste suntuose e cocktail esclusivi non sono mancate le occasioni per indossare un abito da favola.

Iniziamo con la bellissima Blake Lively che ha sfoggiato un bellissimo vestito di Vivienne Westwood Couture, stile cenerentola con il corpetto incastonato di fiori e perle e la gonna a balze, che lei ha abbinato a un raccolto biondo da favola:

Blake Lively

Bellissima anche Kendall Jenner che ha sfilato con un abito nero trasparente di Roberto Cavalli con collo alto e maniche lunghe a campana e con decori geometrici profilati in argento:

Kendall Jenner

Amal Alamuddin, splendida con questo vestito monospalla giallo in stile Antica Grecia griffato Versace:

Amal Alammuddin

Toni Garnn perfetta in un vestito nero hot di Ulyana Sergeenko:

Toni Garrn

Stupenda anche Kate Moss che ha “incendiato” la Croisette con un abito monospalla arancio fuoco di Halston Heritage:

Kate Moss

Julia Roberts ha fatto scalpore, non tanto per il vestito, griffato Giorgio Armani Privè, nero, scollatissimo e che le stava divinamente, quanto per le scarpe…Che non c’erano! Infatti la bellissima attrice statunitense ha deciso di sfilare a piedi nudi quest’anno:

Julia Roberts

Queste le più belle del primo weekend del Festival di Cannes.

Voi che ne pensate? Qual è il vostro look preferito? Io sono parecchio indecisa tra l’abito di Kendall e quello di Blake, ma anche gli altri alla fine sono fantastici.

Ditemi la vostra girlsssss!

Passion lips!

 

image1

Buongiorno ragazze!

Oggi vi voglio parlare dei nuovi rossetti Color Sensational The Blushed Nudes di Maybelline.

Premetto che non sono una fanatica dei rossetti, non li uso spesso, ma questi lipstick mi hanno conquistata nel vero senso della parola e adesso non riesco più a farne a meno. Fantastici!

I The Blushed Nudes sono 6 lipstick di 6 tonalità nude, dal fragola al rosa confetto, nel dettaglio nella confezione troverete:

  • un rosa baby;
  • un rosa chiaro glitterato;
  • un rosa carne, coprente e luminoso;
  • uno più sull’arancio (il Sunset);
  • un rosa che non è nè baby, nè troppo scuro;
  • infine, quello più scuro, color fragola.

Sono molto particolari perchè estremamente confortevoli, super cremosi e super profumati come un marshmallow, infatti viene quasi voglia di mangiarli!

Ma analizzandoli bene e partendo dalla consistenza devo dire che sono, come già sottolineato, cremosissimi e molto facili da stendere; per quanto riguarda l’odore, beh, tutti e 6 sono dolcissimi e il profumo è alquanto persistente, ma devo dire buonissimo e per nulla sgradevole. Se ci concentriamo, invece, sul finish devo precisare che tende al perlato (cosa che non mi ha mai convinto tanto) ma rende le labbra molto luminose. Inoltre sono impalpabili perchè non si sentono minimamente sulle labbra e alcune tonalità non si notano nemmeno.

Questi lipstick stanno convincendo tutte perchè donano alle labbra un effetto naturale ma estremamente raffinato e lasciano una sensazione di estremo comfort e morbidezza. Altra caratteristica che mi ha stupito è la durata, infatti pensavo non rimanessero per molto tempo, invece mi sono ricreduta, a me sono rimasti su per più di 5 ore, risultato per me grandioso dato i litri d’acqua che bevo al giorno.

Per un risultato ottimale bisogna applicare il rossetto a partire dal centro del labbro superiore e seguire poi i contorni della bocca, dal centro verso l’esterno e infine stenderlo su tutto il labbro inferiore.

Che dire chicasss, io li promuovo tutti!

image5

image4

image2 (4)

 

#GoodByePandaEye

image2 (1)

 

Stanche dell’effetto Occhi a Panda? Da oggi possiamo dirgli addio!

Buona domenica ragazze!

Quante di voi la mattina uscirebbero senza trucco? Io no di certo con queste occhiaie che mi ritrovo! Per me, e penso un po’ per tutte le ragazze, il make-up è essenziale per uscire di casa e diciamolo chiaramente non ci rende solo presentabili ma ci fa anche sentire più belle, e smentiamo l’idea che lo facciamo solo per conquistare i ragazzi, perchè non è così.

Ma oggi, dopo questa digressione sul make-up, voglio parlarvi di un prodotto indispensabile alla rimozione dello stesso. Chi la sera dopo una giornata impegnativa e stressante ha solo voglia di farsi una doccia senza pensare al trucco e andare a letto? Beh, ragazze l’azienda Nivea ci ha accontentate presentando poche settimane fa lo struccante Nivea Viso&Occhi sotto la doccia, il primo struccante ideato per rimuovere perfettamente il make-up durante la doccia in maniera pratica e assolutamente effice.

Ma vediamo come si usa:

1) Il prodotto si stende direttamente con i polpastrelli e si applica con massaggi circolari insistendo sugli occhi e sulle ciglia;

2) Bisogna poi risciacquare sotto la doccia con acqua tiepida;

3) Trucco svanito!

Con questo prodotto anche noi possiamo dire addio facilmente agli occhi a panda che ci ritroviamo dopo aver fatto la doccia con il trucco!

Condividete con l’hashtag #GoodByePandaEye gli ultimi momenti con gli “occhi a panda” e provate questo fantastico prodotto.

Esiste sia per le pelli normali sia per quelle sensibili, basta scegliere quello adatto alla vostra pelle e provarlo! Che state aspettando? Tutte a comprare lo struccante Viso&Occhi sotto la doccia!

Per maggiori informazioni: http://www.nivea.it/struccantesottoladoccia

image3image4

Mai sentito parlare di Temakinho?

Buonasera ragazze!

Adesso come adesso a Milano, ma anche nelle città più piccole quello che non manca mai è un ristorante giapponese, insomma, sushi dappertutto, ma poi ci sono le eccezioni e il Temakinho è una di queste, è un mix a base di sushi tra Tokyo e San Paolo, un ristorante, molto famoso in Brasile, dove si entra e si consuma un piatto unico e semplice ma al tempo stesso nutriente.

In cucina i tradizionali temaki (dal giapponese, “fatto a mano”) si mescolano con i sapori brasiliani. Ma vediamo nel particolare cosa offre:

i piatti più conosciuti da questa cucina sono i temaki (medi con 80 grammi di pesce o grandi con ben 120) o, a scelta, i maki, fatti di alga nori, riso e pesce rigorosamente fresco (crudo o cotto) accompagnato da ingredienti sfiziosi come il mango, l’avocado, le uova di pesce volante fino ad accostamenti “osè” come i nachos messicani e le scaglie di mandorle. Una menzione speciale va sicuramente al Salmao gustoso (tartare di salmone, avocado, philadlphia, uova di pesce volante e scaglie di mandorle) e al Camarao carioca (gamberoni impanati, tartare di surimi premium, mango, salsa spicy). Il menu comprende anche piatti vegetariani o, in alternativa, piatti per veri sperimentatori, come il Salmao mexicano (tartare di salmone, philadelphia, nachos e peperoncino messicani).

Il costo varia tra i 20/25 a testa e si esce più che sodddisfatti, infatti, secondo me, vi è un’ottimo rapporto qualità prezzo.

E allora se siete curiosi di assaggiare questi particolari, ma squisitii piatti, potete recarvi in Brera o sui navigli dove troverete il ristorante Temakinho che soddisferà i vostri gusti senza svuotare il portafoglio.

Io l’ho assaggiato pochi giorni fa per la prima volta perchè, nonostante fosse molto tempo che le mie amiche ci andavano, io sono sempre stata scettica a riguardo perchè non impazzisco per il sushi o in generale per il pesce crudo, ma devo dire che sono rimasta più che soddisfatta, veramente buono!

Provatelo!

image1 (3) image2 image3 image1

 

Vi va un aperitivo? Adesso Campari arriva da voi!

 

image1 (2)

Ciao Ragazze!

Oggi ho passato la mia giornata nel centro di Milano per svolgere un progetto per l’università e devo dire che nonostante l’uggiosità della mattina non mi è per niente dispiaciuto camminare per le viette di questa città perchè io sono una ragazza che ama il sole (che poi fortunatamente è uscito), il caldo e il mare, insomma la città, o meglio l’isola, più giusta per me sarebbe Tenerife dove si sta bene, benissimo direi, e il mio amato sole c’è tutto l’anno; ma va beh, tralasciando questo particolare con la vita universitaria ho imparato a conoscere meglio questa città e a scoprire tanti particolari, che, prima, vivendo fuori Milano, ignoravo e ad oggi devo dire che non mi dispiace per niente e mentre camminavo mi sono sentita veramente bene.

Mi dilago sempre all’inizio, comunque oggi non vi volevo parlare del mio rapporto con Milano ma farvi scoprire una news che vi potrebbe interessare, infatti oggi facendo shopping in Duomo sono rimasta colpita da un camioncino rosso, molto particolare, era l’imponente truck realizzato dalla Campari Academy, una scuola di formazione d’eccellenza nata nel 2012 attraverso la quale il gruppo Campari si pone come punto di riferimento internazionale per la formazione della cultura del bere di qualità e in maniera responsabile. Il Campari Academy Truck sarà una scuola di bartending itinerante che attraverserà le maggiori piazze italiane per portare in tutta Italia i grandi nomi della mixology, tra i quali Leonardo Leuci.

Il cuore del dibattito tenutosi oggi in centro a Milano è stato quindi diffondere una cultura del bere bene e di qualità e di promuovere la figura del bartender come nuova professione del futuro.

Inoltre ai più ambiziosi, Campari Academy dedica il corso “be a barman” che permetterà di apprendere tutte le tecniche e i trucchi del mestiere, rilasciando poi anche un attestato a chi frequenta il corso.

Il tour rientra nel progetto #beremeglio creato da Federvini e Fipe con lo scopo di sostenere il consumo responsabile.

L’appuntamento milanese di oggi è stato il primo di una lunga serie di tappe; per vedere quando questo fantastico camioncino rosso passerà dalla vostra città andate sul sito:

http://www.campariacademy.it/it/truck/2016/

Un’ultima cosa:

Campari ha lanciato un concorso: create il vostro aperitivo ispirato alla vostra città e scattate una foto al vostro drink, pubblicatela su Instagram con l’hashtag #Aperitalia e le foto con più like saranno proiettate sul Videowall durante tutto il tour.

E quindi pronti, partenza… VIA ALLE FOTO!

Intanto vi lascio le foto del truck che ho scattato oggi:

image3 (3)

image2 (3)

 

Culottes, yes or no?

image1 (1)

Buongiorno a tutte!

Ci si sveglia sempre bene quando c’è questo bel sole fuori e per una metereopatica come me il risveglio diventa più piacevole e leggero, anche se siamo ancora a mercoledì, ma vediamo il bicchiere mezzo pieno: mancano solo due giorni al weekend!

Tuttavia, nonostante questo magnifico sole, oggi vi voglio presentare questo fantastico e comodissimo outfit total black, tanto si dice che il nero non passa mai di moda!

Ieri ero indecisissima (come al solito) su cosa mettermi e all’improvviso mi sono apparsi nell’armadio i pantaloni culotte che avevo comprato da poco da Intimissimi, ma che già mi ero dimenticata di avere, così ho deciso che erano il top per una giornata impegnativa e movimentata come quella di ieri! Ho deciso poi di abbinarci un maglioncino corto a pois grigio e nero e il mio nuovo leather jacket firmato Mango che ho comprato nel nuovo centro commerciale di Arese.

Devo dirvi che ho fatto proprio la scelta giusta perchè cercavo un look comodo e quei panta culotte lo sono per davvero, mi sono trovata veramente bene, e pensare che quando sono entrata da Intimissimi per comprarli ero scetticissima! Ragazze, ve li consiglio, sono veramente il top perchè oltre ad essere femminili, slanciano e allungano la figura, e poi ce ne sono veramente di tutti i tipi: dai più eleganti come i miei, che ho reso casual indossando le snickers, a quelli più minimal o più aggressive in pelle.

Ma vediamo con cosa abbinarli:

io li ho messi con un top corto e le all star, ma se il dress code dell’evento è “elegant” ci sta benissimo anche una camicia bianca con un tacco bello alto, soprattutto se siete basse come me; invece per le più alte consiglio le sneackers o le scarpe basse perchè già di per sè il pantalone tende a slanciare di molto la figura.

Insomma ragazze non siate scettiche e correte a provarli! Rimarrete sbalordite!

image4 (1)

image2 (2)

image3 (2)

Ps: vi presento la piccolina di casa Antonelli, si chiama Keira ed è la mia bimba pelosa!