Crea sito

events

iMoon glasses

Buongiorno ragazze! Come state? In questo periodo sono un po’ impegnata con gli esami ed è proprio per questo che sono stata poco presente qui sul blog, ma oggi torno con un articolo strepitoso sugli iMoon, mai sentiti?

Gli iMoon glasses (occhiali da luna) sono degli occhiali da sole by night che hanno delle lenti speciali bigraduate ad alta definizione con lo scopo di migliorare la visione notturna e diurna in caso di pioggia, nebbia, o anche solo nuvole, migliorando notevolmente la luminosità.

Il progetto nasce circa due anni fa da un’idea di Marco Cazzaniga che durante una notte a Ibiza si rende conto che molte persone utilizzavano gli occhiali da sole per proteggersi da luci o sguardi indelicati.

Io ne sono venuta a conoscenza da circa un annetto grazie all’ottico del mio ragazzo; lui è Massimiliano Brunello, con un’esperienza più che ventennale nel settore degli occhiali e attuale socio di Marco Cazzaniga. Max ha un negozio di occhiali particolari e stravaganti, ma vi assicuro STREPITOSI e, se volete farci un salto, il negozio è situato in via Burlamacchi 11, a Milano e ne ha uno anche in Sardegna nella piazza Gramsci 4, a Porto San Paolo, Loiri.

La collezione d’esordio è composta da quattro montature differenti: gli Waning Moon, i New Moon, gli Waxing Moon e infine i Full Moon, i cui nomi sono ispirati al movimento lunare nelle sue quattro fasi: calante, nuova, crescente, piena. Inoltre per ogni tipo di occhiale vi sono quattro lenti di quattro colori diversi: rosa, gialle, verdi e blu.

L’elemento comune nei prodotti e nei servizi offerti, nell’immediato e nel futuro, sarà la ricerca di una trama intima, che trovi nell’aspetto materiale la sua rappresentazione e, contemporaneamente, ne vada oltre.

Da poco sono approdati, oltre a Ibiza, al Festival del Cinema di Cannes, stanno arrivando a Roma e in Sardegna, a Porto San Paolo.

Entrambi gli ideatori di iMoon definiscono il loro pubblico “Details People”, ossia persone che amano i dettagli, perché ritengono che l’essenza risieda nei dettgli, perciò se vi ritenete persone attente ai dettagli è il posto giusto per voi.

Waning Moon

1

New Moon

2

Waxing Moon

3

Full Moon

4

 

Cannes si illumina di STARS

Buonasera ragazze!

Oggi come avrete già intuito dal titolo vi parlo del Festival di Cannes, infatti, pochi giorni fa, nella cornice idilliaca della Costa Azzurra, la città di Cannes ha accolto come ogni anno il Festival internazionale del Cinema di Cannes. Qui infatti si riunisce una giuria di artisti e professionisti del settore con lo scopo di assegnare numerosi premi, e quest’anno nella giuria vi è anche l’italiana Valeria Golino.

Ma passiamo ai look, infatti tra tappeti rossi, feste suntuose e cocktail esclusivi non sono mancate le occasioni per indossare un abito da favola.

Iniziamo con la bellissima Blake Lively che ha sfoggiato un bellissimo vestito di Vivienne Westwood Couture, stile cenerentola con il corpetto incastonato di fiori e perle e la gonna a balze, che lei ha abbinato a un raccolto biondo da favola:

Blake Lively

Bellissima anche Kendall Jenner che ha sfilato con un abito nero trasparente di Roberto Cavalli con collo alto e maniche lunghe a campana e con decori geometrici profilati in argento:

Kendall Jenner

Amal Alamuddin, splendida con questo vestito monospalla giallo in stile Antica Grecia griffato Versace:

Amal Alammuddin

Toni Garnn perfetta in un vestito nero hot di Ulyana Sergeenko:

Toni Garrn

Stupenda anche Kate Moss che ha “incendiato” la Croisette con un abito monospalla arancio fuoco di Halston Heritage:

Kate Moss

Julia Roberts ha fatto scalpore, non tanto per il vestito, griffato Giorgio Armani Privè, nero, scollatissimo e che le stava divinamente, quanto per le scarpe…Che non c’erano! Infatti la bellissima attrice statunitense ha deciso di sfilare a piedi nudi quest’anno:

Julia Roberts

Queste le più belle del primo weekend del Festival di Cannes.

Voi che ne pensate? Qual è il vostro look preferito? Io sono parecchio indecisa tra l’abito di Kendall e quello di Blake, ma anche gli altri alla fine sono fantastici.

Ditemi la vostra girlsssss!

Mai sentito parlare di Temakinho?

Buonasera ragazze!

Adesso come adesso a Milano, ma anche nelle città più piccole quello che non manca mai è un ristorante giapponese, insomma, sushi dappertutto, ma poi ci sono le eccezioni e il Temakinho è una di queste, è un mix a base di sushi tra Tokyo e San Paolo, un ristorante, molto famoso in Brasile, dove si entra e si consuma un piatto unico e semplice ma al tempo stesso nutriente.

In cucina i tradizionali temaki (dal giapponese, “fatto a mano”) si mescolano con i sapori brasiliani. Ma vediamo nel particolare cosa offre:

i piatti più conosciuti da questa cucina sono i temaki (medi con 80 grammi di pesce o grandi con ben 120) o, a scelta, i maki, fatti di alga nori, riso e pesce rigorosamente fresco (crudo o cotto) accompagnato da ingredienti sfiziosi come il mango, l’avocado, le uova di pesce volante fino ad accostamenti “osè” come i nachos messicani e le scaglie di mandorle. Una menzione speciale va sicuramente al Salmao gustoso (tartare di salmone, avocado, philadlphia, uova di pesce volante e scaglie di mandorle) e al Camarao carioca (gamberoni impanati, tartare di surimi premium, mango, salsa spicy). Il menu comprende anche piatti vegetariani o, in alternativa, piatti per veri sperimentatori, come il Salmao mexicano (tartare di salmone, philadelphia, nachos e peperoncino messicani).

Il costo varia tra i 20/25 a testa e si esce più che sodddisfatti, infatti, secondo me, vi è un’ottimo rapporto qualità prezzo.

E allora se siete curiosi di assaggiare questi particolari, ma squisitii piatti, potete recarvi in Brera o sui navigli dove troverete il ristorante Temakinho che soddisferà i vostri gusti senza svuotare il portafoglio.

Io l’ho assaggiato pochi giorni fa per la prima volta perchè, nonostante fosse molto tempo che le mie amiche ci andavano, io sono sempre stata scettica a riguardo perchè non impazzisco per il sushi o in generale per il pesce crudo, ma devo dire che sono rimasta più che soddisfatta, veramente buono!

Provatelo!

image1 (3) image2 image3 image1

 

Vi va un aperitivo? Adesso Campari arriva da voi!

 

image1 (2)

Ciao Ragazze!

Oggi ho passato la mia giornata nel centro di Milano per svolgere un progetto per l’università e devo dire che nonostante l’uggiosità della mattina non mi è per niente dispiaciuto camminare per le viette di questa città perchè io sono una ragazza che ama il sole (che poi fortunatamente è uscito), il caldo e il mare, insomma la città, o meglio l’isola, più giusta per me sarebbe Tenerife dove si sta bene, benissimo direi, e il mio amato sole c’è tutto l’anno; ma va beh, tralasciando questo particolare con la vita universitaria ho imparato a conoscere meglio questa città e a scoprire tanti particolari, che, prima, vivendo fuori Milano, ignoravo e ad oggi devo dire che non mi dispiace per niente e mentre camminavo mi sono sentita veramente bene.

Mi dilago sempre all’inizio, comunque oggi non vi volevo parlare del mio rapporto con Milano ma farvi scoprire una news che vi potrebbe interessare, infatti oggi facendo shopping in Duomo sono rimasta colpita da un camioncino rosso, molto particolare, era l’imponente truck realizzato dalla Campari Academy, una scuola di formazione d’eccellenza nata nel 2012 attraverso la quale il gruppo Campari si pone come punto di riferimento internazionale per la formazione della cultura del bere di qualità e in maniera responsabile. Il Campari Academy Truck sarà una scuola di bartending itinerante che attraverserà le maggiori piazze italiane per portare in tutta Italia i grandi nomi della mixology, tra i quali Leonardo Leuci.

Il cuore del dibattito tenutosi oggi in centro a Milano è stato quindi diffondere una cultura del bere bene e di qualità e di promuovere la figura del bartender come nuova professione del futuro.

Inoltre ai più ambiziosi, Campari Academy dedica il corso “be a barman” che permetterà di apprendere tutte le tecniche e i trucchi del mestiere, rilasciando poi anche un attestato a chi frequenta il corso.

Il tour rientra nel progetto #beremeglio creato da Federvini e Fipe con lo scopo di sostenere il consumo responsabile.

L’appuntamento milanese di oggi è stato il primo di una lunga serie di tappe; per vedere quando questo fantastico camioncino rosso passerà dalla vostra città andate sul sito:

http://www.campariacademy.it/it/truck/2016/

Un’ultima cosa:

Campari ha lanciato un concorso: create il vostro aperitivo ispirato alla vostra città e scattate una foto al vostro drink, pubblicatela su Instagram con l’hashtag #Aperitalia e le foto con più like saranno proiettate sul Videowall durante tutto il tour.

E quindi pronti, partenza… VIA ALLE FOTO!

Intanto vi lascio le foto del truck che ho scattato oggi:

image3 (3)

image2 (3)